«

Ott 13

Access point wireless per reti aziendali

Un tempo per avere una copertura wireless completa di un’azienda era necessario acquistare costose soluzioni dedicate composte da un controller e dai relativi access points o antenne wireless collegate allo stesso apparato, oppure installare molti access points singoli con relativi aggravi nella gestione.

Ultimamente invece sono sempre più in voga soluzioni cluster di access points più economici che possono assicurare un’ottima scelta per una soluzione wireless a livello di piccola o media impresa.

 

In pratica con il termine cluster si intende una soluzione distribuita di più access points wireless che comunicano tra loro sulla Lan cablata e in cui viene identificato una macchina Master che sarà quella che poi gestirà la configurazione di “gruppo” di tutti gli altri access points collegati allo stesso cluster.

Ciò significa che una volta decisa la configurazione della vostra rete wireless sul primo access point del cluster (il Master appunto), la stessa sarà replicata in automatico su tutti i successivi access points che aggiungerete al vostro cluster, ecco un’immagine che spiega meglio il concetto :

 

 

 

 

 

 

 

Visto che la funzione cluster è di solito implementata solo su access points professionali avrete in automatico anche tutta una serie di funzioni accessorie tipo : multi SSID, rete guest per gli ospiti, captive portal per l’autenticazione degli ospiti o degli user interni, controllo accessi centralizzato, collegamento col solo cavo di rete con alimentazione POE 802.3af (se siete dotati di switch poe in azienda), ecc…

La soluzione cluster come dicevamo oltre ad essere molto più economica rispetto ai controllers dedicati ha anche il grosso vantaggio di essere scalabile e ridondante, nel senso che potete partire con pochi access points (e quindi con un impegno economico basso) per poi aggiungerne altri al cluster man mano che crescono le vostre esigenze di copertura dell’azienda, non necessita di software aggiuntivi da installare sulle vostre macchine in quanto tutta la gestione avviene via web dall’interfaccia dell’access point Master.

Ridondante perchè nella maggior parte delle implementazioni dei produttori hardware l’access point che funge da Master nel cluster è dinamico e quindi in caso di guasto del Master il suo posto può essere preso senza nessun problema e senza interruzione del servizio da qualsiasi altro access point che faccia parte dello stesso cluster (nei controllers dedicati invece questo è un punto critico perchè in caso di guasto del controller tutta la vostra rete wireless sarà ferma ! a meno di creare delle configurazioni parallele molto costose).

 

Ecco quindi un elenco (come sempre parziale) di alcuni modelli di produttori hardware che hanno delle soluzioni cluster per i propri access points :

 

Cisco WAP 321   (poe, max 8 ap per cluster)
https://www.cisco.com/c/en/us/products/wireless/wap321-wireless-n-selectable-band-access-point-single-point-setup/index.html

Cisco WAP 371, 351   (poe, max 8 ap per cluster)
https://www.cisco.com/c/en/us/products/wireless/wap371-wireless-ac-n-dual-radio-access-point-single-point-setup/index.html

Cisco WAP 551, 561, 571   (poe, max 16 ap per cluster)
https://www.cisco.com/c/en/us/products/wireless/wap561-wireless-n-dual-radio-selectable-band-access-point/index.html

 

D-link DWL-3600 AP   (poe, max 8 ap per cluster)
http://www.dlink.com/it/it/products/dwl-3600ap-unified-wireless-n-poe-access-point

D-link DWL-6600 AP   (poe, max 16 ap per cluster)
http://www.dlink.com/it/it/products/dwl-6600ap-unified-wireless-n-simultaneous-dual-band-poe-access-point

D-link DAP-2610   (poe, max 32 ap per cluster)
http://www.dlink.com/it/it/products/dap-2610-wireless-ac1300-wave-2-dualband-poe-access-point

 

HPE OC20 RW   (poe, max 8 ap per cluster)
https://www.hpe.com/it/it/product-catalog/networking/networking-wireless/pip.hpe-officeconnect-oc20-802dot11ac-series-access-points.1010099011.html

HPE M220   (poe, max 10 ap per cluster)
https://h20564.www2.hpe.com/hpsc/doc/public/display?docId=emr_na-c03640880

HPE M330   (poe, max 16 ap per cluster)
https://www.hpe.com/it/it/product-catalog/networking/networking-wireless/pip.hpe-officeconnect-m330-dual-radio-802dot11ac-ww-access-point.7073941.html

 

Linksys LAPN300   (poe, max 8 ap per cluster)
https://www.linksys.com/it/p/P-LAPN300/

Linksys LAPAC1750PRO   (poe, max 16 ap per cluster)
https://www.linksys.com/it/p/P-LAPAC1750PRO/

 

Netgear WAC720 , 730   (poe, max 10 ap per cluster)
https://www.netgear.it/business/products/wireless/premium-wireless/WAC720.aspx

 

Tp-Link EAP115   (poe, max 24 ap per cluster)
http://www.tp-link.it/products/details/cat-5692_EAP115.html

 

Vi ricordo che potete “provare” la configurazione di alcuni di questi access points facendo riferimento agli strumenti di emulazione dei produttori, ne avevamo parlato in questo nostro post :

Emulatori configurazione apparati di rete

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code