«

»

Ago 02

Windows 10 : riabilitare backup registry

Windows memorizza i files del registry (che sono DEFAULT, SAM, SECURITY, SOFTWARE, SYSTEM) nel percorso C:\WINDOWS\SYSTEM32\CONFIG\ e da sempre fa anche una copia di backup di questi files nella cartella REGBACK che si trova nello stesso percorso.
Dalla versione 1803 di Windows 10 però purtroppo Microsoft ha disabilitato questa utile funzione di salvataggio automatico, vediamo come ripristinarla in modo da avere ancora una copia di sicurezza dei files del registry in caso di necessità.

 

Questo backup automatico dei files del registro di sistema è totalmente trasparente per gli utenti e normalmente non serve se non in casi di emergenza quando il registry per qualche motivo si è corrotto, in questi casi avere una copia di backup dei files del registry funzionante può tornare utile per ripristinare una macchina malfunzionante, è quindi un’opzione molto utile per gli amministratori di sistema.

La copia di backup del registry si trova in questo percorso :

C:\WINDOWS\SYSTEM32\CONFIG\REGBACK\

se però avete come sistema operativo Windows 10 release 1803 o successive e controllate il percorso sul vostro pc potreste trovarvi di fronte a questa brutta sorpresa :

in pratica la cartella è vuota o contiene i files del registry con dimensione a 0 bytes, vi ricordo che i files del registry sono quelli con questi nomi  :

DEFAULT
SAM
SECURITY
SOFTWARE
SYSTEM

Per ripristinare il funzionamento del backup automatico del registry (come è sempre avvenuto da sempre su tutte le precedenti versioni di Windows !) bisogna agire sul registry aggiungendo una voce e riavviando la macchina, le operazioni da fare quindi sono :

  • start -> esegui -> regedit    (come Amministratore)
  • posizionatevi ora nel percorso :
    HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Configuration Manager\
  • tasto destro sulla chiave e dal menù che compare selezionate la creazione di una nuova chiave DWORD che chiamerete :
    EnablePeriodicBackup
  • ora assegnate a questa chiave il valore :
    (uno)
  • chiudete il registry
  • riavviate la macchina

Windows 10 creerà in automatico un nuovo processo schedulato che si preoccuperà di fare il backup dei nostri files del registry come avveniva in passato, potete vederlo lanciando l’Utilità di Pianificazione con il comando :

start -> run -> taskschd.msc

qui posizionatevi nel percorso :

Libreria Utilità di Pianificazione -> Microsoft -> Windows -> Registry

e troverete il lavoro schedulato

RegIdleBackup

tasto destro -> Proprietà -> Attivazione -> Nuovo

e selezionate ogni quanto volete che il processo di backup sia eseguito : una volta al giorno, alla settimana, al mese, come preferite, confermate tutto con OK.

 

Dopo che il processo schedulato è stato eseguito almeno una volta tornate a controllare il percorso di backup dei files del registry dovreste trovarvi una videata simile a questa in cui finalmente compaiono le nostre copie di backup del registry :

Per maggiori informazioni circa questo bizzarro comportamento di Windows 10 potete anche fare riferimento a questo articolo tecnico della Microsoft :

https://support.microsoft.com/en-us/help/4509719/the-system-registry-is-no-longer-backed-up-to-the-regback-folder-start

non chiedetemi però il perchè vengano fatte queste scelte da parte di Microsoft…   incomprensibili !

; – (

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code