«

»

Mar 13

Come decomprimere qualsiasi archivio sul Mac

Gli utenti Apple sui Mac hanno sempre avuto la possibilità di decomprimere facilmente diversi tipi di files compressi in archivi, grazie anche al fatto che su alcune versioni del sistema operativo MAC OS veniva fornito in bundle il programma Stuffit Expander che supporta un buon numero di  archivi.

Se però sul vostro Mac dovete lavorare spesso con archivi compressi in formati strani o con i files .RAR vi consiglio di adottare il programma The Unarchiver che in pratica è in grado di aprire qualsiasi tipo di archivio compresso.

 

Il programma The Unarchiver gira su qualsiasi macchina Apple dotata di MAC OS, è free e supporta in pratica ogni archivio compresso vi possa capitare, ecco un elenco parziale dei vari tipi di archivi che è in grado di espandere (l’elenco completo è sul loro sito web) :

7z , Ace , ADF , ARC , ARJ , BIN , Bzip2 , CAB , CDI , Deb , Gzip , ISO , LBR , LZH , LZMA , LZX , MDF , MSI ,

NDS , NRG , NSA , NSIS , PAK , RAR , RPM , SAR , StuffIt , StuffIt X , SWF , Tar , WARC , XAR , Z , Zip ,

Zip64, Zipx , Zoo

come vedete sono veramente moltissimi formati !, il programma è scaricabile direttamente dal sito web ufficiale a questo indirizzo :

https://theunarchiver.com/

o dall’Apple store qui :

https://apps.apple.com/us/app/the-unarchiver/id425424353?mt=12

Attenzione però : se state usando una vecchia versione del sistema MAC OS (precedente alla 10.7) dovrete procedere con il download della versione precedente del programma che si trova a questo indirizzo :

https://cdn.theunarchiver.com/downloads/legacy/TheUnarchiver.zip

 

Una volta installato con la solita procedura dei Mac (basta trascinare il programma nella cartella Applicazioni del sistema operativo) lo possiamo lanciare per accedere alle sue preferenze, nel nostro esempio associamo l’estensione RAR al programma The Unarchiver così vediamo se riesce a gestire bene questo tipo di files compressi :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

nel secondo tab (Estrazione) possiamo anche decidere il comportamento del programma in fase di estrazione dei files, se lasciamo il default The Unarchiver estrarrà i files contenuti nell’archivio nella stessa cartella dove si trova il file compresso e creerà una cartella con il nome dell’archivio solo se nell’archivio compresso sono presenti più files o cartelle, nel caso in cui l’archivio compresso contenga un solo file si limiterà ad estrarre solo quello sempre nella stessa cartella dove si trova l’archivio :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come dicevamo nel nostro esempio lo metteremo alla prova con il formato RAR che ha sempre mandato un pò in crisi Stuffit Expander, quindi copiamo sulla scrivania un archivio compresso con questo formato, è il file Archivio.rar che compare nell’immagine seguente :

 

 

 

 

 

e poi andiamo ad espanderlo facendo un doppio click su di esso, l’estrazione verrà fatta dal nuovo programma The Unarchiver visto che in precedenza abbiamo associato questa estensione a lui nelle preferenze, dopo l’espansione ci troveremo sulla scrivania tutti i files e le cartelle che erano presenti nell’archivio compresso, nel nostro caso si tratta di un unico grande file Excel (Milano.xlsx) che quindi sarà visibile sulla scrivania come da figura :

 

 

 

 

 

 

The Unarchiver funziona bene e sembra in grado di estrarre senza problemi qualsiasi tipo di archivio compresso ci possa capitare, ovviamente se lo preferite c’è sempre anche il buon vecchio Stuffit Expander che potete scaricare da questi siti web, che però come dicevamo in precedenza, ha sempre avuto qualche problemino con la gestione dei files .RAR :

https://www.stuffit.com/

https://apps.apple.com/us/app/stuffit-expander-16/id919269455

quale dei 2 programmi usare sta quindi a voi, a seconda delle vostre preferenze e del tipo di archivi che dovete espandere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code