«

»

Mag 05

Windows : sincronizzare files e directories con robocopy

Spesso capita di avere l’esigenza di dover tenere sincronizzati files o directories tra di loro, per esempio per backup, per avere una copia di sicurezza dei dati o per replicare i dati tra due sedi differenti.
Un modo veloce, sicuro ed affidabile per riuscire nell’intento è affidarsi all’utility ROBOCOPY che viene fornita gratuitamente da Microsoft nel Windows Server 2003 Resource Kit Tools scaricabile da questo link :

http://www.microsoft.com/download/en/details.aspx?displaylang=en&id=17657

Se vogliamo trovare un termine di paragone si può dire che robocopy è per Windows ciò che rsync è per Linux.

Una volta installato il resource kit servirà solo l’eseguibile robocopy.exe per il nostro scopo. Il file andrà richiamato da un batch di comando con la seguente sintassi :

c:\percorso\robocopy.exe c:\sorgente d:\destinazione  /mir  /r:0  /XA:SH  /fft /XJ

dove :
c:\sorgente è il percorso dei files originali
d:\destinazione è il percorso della copia (potrebbe anche essere su rete, es. \\server\share\)
/mir  è un parametro che dice a robocopy di creare un copia mirror, cioè identica all’originale
/r:0  retry 0, quindi non ritenta la copia dei files bloccati o non leggibili, questo per evitare che la copia si blocchi
/XA:SH  istruisce robocopy perchè ignori i files di sistema e nascosti
/fft   copia ignorando le differenze temporali fino a 2 secondi (utile nel caso la destinazione sia un disco fat, fat32 o unix / linux, ad esempio un Nas)
/XJ ignora i junction points, i collegamenti simbolici alle directory che sono usati in Windows Vista / 7, senza questo switch robocopy entra in loop e non termina mai la copia su questi sistemi operativi.

Il vantaggio di usare robocopy rispetto ad una copia classica è dato dal fatto che sincronizzerà solo i files nuovi o modificati e quindi sarà molto più veloce ed efficace, fate attenzione al parametro /mir, se lo usate come nel nostro esempio,  i files cancellati nella sorgente, alla sincronizzazione, verranno cancellati anche nella destinazione!

Maggiori informazioni sulla sintassi di robocopy le trovate sia nella documentazone allegata al resource kit sia online a questo indirizzo :

http://technet.microsoft.com/en-us/library/cc733145%28WS.10%29.aspx

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code