«

»

Ott 02

Diagnosi hard disk guasto, verifica SMART e test

hard_disk_testSe nel vostro sistema Windows usate un disco magnetico ed avete il dubbio che l’unità si stia guastando (gli effetti sono rallentamenti o blocchi improvvisi della macchina o comportamenti errati dei programmi) è meglio correre subito ai ripari e fare una diagnosi completa del disco per capire il suo stato di salute ed eventualmente procedere ad una sua sostituzione.

 

 

La prima cosa da fare è scaricare un programma di diagnosi come l’ottimo HD TUNE che potete trovare a questo link, per il nostro test basta anche la versione free del programma :

http://www.hdtune.com/files/hdtune_255.exe

http://www.hdtune.com/download.html

Una volta installato nel vostro sistema Windows eseguitelo e per prima cosa posizionatevi sul tab HEALTH che riporta i parametri SMART del disco che state controllando :

hd_tune_1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se lo STATUS in tutte le colonne di destra è su OK come nella figura sopra significa che nessuno dei parametri SMART (che sono una serie di indici diagnostici preventivi del buon funzionamento del disco) è fuori range e quindi il disco non sta “segnalando” una sua rottura imminente, se invece qualche parametro non è nella norma va fatto scattare il primo campanello di allarme.

Procediamo poi con il test di scansione completa della superficie del disco, si fa selezionando il tab ERROR_SCAN e premendo il bottone START :

hd_tune_2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

dopo qualche secondo (o minuto) a seconda della dimensione e della velocità del vostro disco avrete un’immagine come quella sopra che riporta lo stato della superficie, se ogni blocco è verde siete a posto, significa che il disco non presenta nessun problema, se invece come nella figura di esempio sopra c’e’ almeno un blocco rosso dobbiamo preoccuparci perchè significa che ci sono uno o più settori danneggiati sul disco ed è meglio agire subito facendo un backup di tutti i propri dati per poi procedere alla sostituzione del disco !

 

Per avere un’altra conferma dei problemi del disco è possibile usare anche un altro software free CrystalDiskInfo che controlla lo stato del disco ed i suoi parametri SMART, lo potete scaricare da qui :

http://crystalmark.info/redirect.php?product=CrystalDiskInfo

http://crystalmark.info/?lang=en

Essendo portable (almeno la versione standard zip nella pagina di download) non necessita di installazione, basta che lo estraete e lo eseguite da qualsiasi directory del vostro sistema lanciando l’eseguibile DiskInfoX64.exe (sui sistemi a 64 bit) o DiskInfo.exe (sulle macchine a 32 bit), dopo pochi istanti avrete una videata simile a questa :

crystaldiskinfo

 

Come potete vedere nel nostro sistema di esempio abbiamo due dischi C: e D:, il primo disco è in buono stato, nessun parametro SMART è fuori range, mentre il secondo disco viene segnalato come a rischio perchè uno dei parametri SMART ha superato la soglia di allarme, si tratta del numero di SETTORI RIALLOCATI, questo parametro si presenta spesso prima della rottura definitva del disco, quindi meglio agire in fretta.

 

Per essere ulteriormente sicuri che il disco sia veramente guasto sarebbe meglio eseguire anche un test specifico del produttore dell’hard disk.

La prima cosa da fare è scaricare il programma di diagnosi adatto per il proprio disco e successivamente installarlo (nel caso delle versioni Windows), oppure creare un cdrom / chiavetta Usb di boot nel caso dei diagnostici in ambiente DOS (che vanno eseguiti a macchina dedicata facendo il boot da cdrom o chiavetta Usb appena creati).

 

I diagnostici dei principali produttori di hard disk sono questi :

programma Sea Tools per dischi Seagate, Maxtor :

http://www.seagate.com/it/it/support/downloads/seatools/

programma Data Lifeguard Diagnostics per dischi Western Digital :

http://support.wdc.com/product/download.asp?groupid=606&lang=it

programma Drive Fitness Test per dischi Hitachi, Ibm :

http://www.hgst.com/support/hard-drive-support/downloads#DFT

 

Per i dettagli nell’uso e nell’installazione dei programmi diagnostici fate riferimento alla documentazione che trovate sul sito del produttore del disco perchè ovviamente ognuno fa storia a se.

 

ATTENZIONE : questi ultimi programmi diagnostici sono da usare con cognizione di causa e da un’utenza mediamente esperta perchè alcuni test del disco possono essere distruttivi, quindi fate attenzione a come agite e nel dubbio astenetevi dal procedere e contattate un tecnico specializzato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code