«

»

Nov 07

Convertire pc fisico Windows in immagine virtuale

virtual_pc

La virtualizzazione delle macchine Windows ha permesso di alleggerire i data center riducendo il numero di macchine fisiche necessarie per far girare tutti i servers e le applicazioni necessarie in azienda.

Un singolo server fisico può quindi far girare al suo interno N macchine virtuali (il limite è dato dall’hardware impiegato : cpu, ram, disco).

Oggi vedremo come convertire una installazione di Windows su un pc fisico in una macchina virtuale da eseguire in ambiente Microsoft Virtual PC, Hyper-V o VMware.

 

Se usiamo Virtual PC o Hyper-V la prima cosa da fare è procurarsi il tool gratuito DISK2VHD rilasciato da Sysinternals (ora di proprietà di Microsoft) scaricabile da qui :

http://live.sysinternals.com/disk2vhd.exe

A questo punto basta copiarlo sulla macchina fisica da convertire in immagine virtuale ed eseguirlo, essendo portable non necessita di installazione.

Sulla macchina fisica conviene collegare già anche un disco esterno (o una chiavetta Usb se le dimensioni dell’immagine saranno limitate) da usare come disco di destinazione dell’immagine disco VHD da creare.

 

disk2vhd

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All’esecuzione di DISK2VHD verrà chiesto di selezionare:

  1. il disco di origine da convertire in macchina virtuale (solitamente il disco C: di sistema)
  2. il percorso di destinazione del file VHD che stiamo creado su disco esterno o chiavetta Usb (il disco virtuale da importare successivamente nella macchina virtuale)
  3. consiglio di spuntare la voce [x] Prepare for use in VirtualPC perchè in questo modo viene salvato un disco virtuale con una immagine HAL standard che ci semplificherà la successiva importazione nella macchina virtuale

A questo punto non rimane che attendere il salvataggio del file VHD, questa fase può essere particolarmente lunga, dipende da quanto è grande (ed occupato) il disco fisico, dalla velocità del pc e dalla velocità del disco esterno (o chiavetta usb) su cui state salvando.

Una volta che avrete il file VHD copiatelo sul server su cui gira Virtual PC o Hyper-V e procedete con la creazione guidata di una nuova macchina virtuale, assegnate un nome significativo alla nuova macchina virtuale, se viene richiesto specificate come sistema operativo lo stesso della macchina fisica da cui siamo partiti, scegliete quindi la quantità di memoria ram da assegnare alla nuova macchina virtuale e al momento della creazione del disco virtuale scegliete “disco virtuale esistente” e selezionate il file VHD precedentemente salvato.

Ora abbiamo la nostra nuova macchina virtuale, non ci resta che avviarla per la prima volta, ci verrà richiesta l’installazione del nuovo hardware : possiamo tranquillamente ignorare e proseguire, installiamo invece subito le Virtual PC Additions selezionando l’apposita voce dal menù e riavviamo subito la macchina virtuale, in questo modo parte dell’hardware non riconosciuto verrà installato automaticamente al successivo boot, riavviamo ancora e verifichiamo che tutto l’hardware venga riconosciuto e che tutto funzioni correttamente nel sistema operativo all’interno della macchina virtuale.

A questo punto se tutto è andato bene avremo la nostra macchina virtuale da far girare in Virtual PC o Hyper-V identica alla vecchia macchina fisica originale che potremo dismettere !

 

Ulteriori informazioni su Virtual PC e Hyper-V sono disponibili qui :

http://it.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Virtual_PC

http://en.wikipedia.org/wiki/Hyper-V

 

Se invece usate uno dei prodotti VMware come ambiente di emulazione virtuale potete convertire un pc fisico Windows in immagine virtuale usando il programma freeware VMware vCenter Converter Standalone che potete scaricare direttamente dal sito di VMware dopo esservi registrati :

https://my.vmware.com/web/vmware/evalcenter?p=converter

vmware_converter

 

 

 

 

 

 

 

Una volta scaricato il setup del programma procedete con l’installazione sulla macchina Windows che volete virtualizzare selezionando LOCAL_INSTALLATION come tipo di installazione.

Quindi eseguitelo e seguite i seguenti passi :

  1. selezionare CONVERT_MACHINE
  2. scegliere SOURCE_TYPE = POWERED_ON_MACHINE
  3. selezionare THIS_LOCAL_MACHINE
  4. come DESTINATION_TYPE selezionare VMWARE_WORKSTATION_OR_OTHER_VMWARE
  5. come VMWARE_PRODUCT selezionare il tipo di ambiente di emulazione su cui andrete ad usare l’immagine virtuale che state creando, es : VMWARE_PLAYER, VMWARE_ESXi, ecc…
  6. nel campo NAME specificare il nome da assegnare all’immagine, es. WINXP01
  7. nel campo SELECT_A_LOCATION_FOR_THE_VIRTUAL_MACHINE specificare il percorso dove volete salvare l’immagine,  consiglio di salvarla su un disco Usb esterno o su una chiavetta Usb
  8. quindi premere NEXT ed in seguito FINISH per iniziare la creazione dell’immagine (questa fase potrebbe essere piuttosto lunga a seconda della velocità del pc e della dimensione del disco da convertire)

 

Una volta terminata la creazione dell’immagine ci troveremo con due files (es. NOME.VMX e NOME.VMDK), il file VMX contiene la “definizione” della macchina virtuale, mentre il file VMDK contiene l’immagine virtualizzata del disco della macchina, basterà copiare (od importare nel caso di ESXi) questi files nel nostro ambiente di virtualizzazione VMware per avere la nostra vecchia macchina fisica da poter eseguire virtualizzata.

Ulteriori informazioni su VMware e sugli ottimi prodotti di virtualizzazione (alcuni free anche per uso professionale) le trovate direttamente sul sito del produttore :

http://www.vmware.com/it/products/converter/

http://www.vmware.com/it/

 

4 comments

1 ping

Vai al modulo dei commenti

  1. Cristiano Leoni

    Articolo geniale.
    Leggendo su Wikipedia vedo che questo VirtualPC fa un emulazione che non prevede USB. Risulta anche a voi?

    Io sono abituato a usare VirtualBox che ha il supporto USB ed è quindi comodo se poi alla macchina virtuale si deve connettere un drive esterno USB. Sapete se il formato VHD si può poi caricare su VirtualBox?

  2. mario

    Le ultime versioni di VirtualPc (esempio quella inclusa in Windows 7 con l’xp mode) supportano anche la porta Usb, comunque non è un problema usare una immagine VHD con VirtualBox, la procedura è spiegata bene qui :

    http://www.macrium.com/help/v5/How_to/ImgToVHD/Create_a_virtual_machine_using_ImgToVHD.htm

  3. roberto

    grazie di questo articolo.
    ne approfitto per chiedere una spiegazione.
    ho scaricato e installato vmware converter ho fatto prima conversione del mio pc , creando file virtuale senza problemi.
    ora cerco di fare la stessa procedura identica alla prima,
    ma dopo aver scelto powered-on machine e this local machine
    ferma il wizard e mi da errore permission ti perform this operation was denied.
    qualche suggerimento ?
    grazie

  4. mdede

    E’ un errore di diritti, purtroppo le cause sono molteplici prova a fare una ricerca con google usando queste chiavi e a seconda della versione di converter che stai usando e del tuo ambiente spero che trovi una risposta :

    https://www.google.it/search?q=vmware+converter+error+permission+to+perform+this+operation+was+denied

    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code