«

»

Giu 14

Compressione disco di sistema Windows : una pessima idea !

disk_compression

Da sempre in Windows i dischi in formato NTFS hanno la possibilità di effettuare
la compressione a livello di file, cartella o dell’intero disco.

L’operazione è completamente trasparente all’utente in quanto è il sistema operativo stesso che si preoccupa di comprimere (in fase di scrittura) o decomprimere (in fase
di lettura) i files o le cartelle che hanno l’attributo di compressione selezionato.

Logicamente questa extra-attività comporta un dispendio di cpu e tempo disco.

 

Per verificare se un disco NTFS è compresso basta selezionarlo in gestione risorse : tasto destro sulla lettera del disco e selezionate Proprietà, nella parte inferiore della finestra c’è un flag che segnala se il disco ha la compressione attiva o no; per verificare se una cartella o un file sono compressi basta che controlliate il colore del nome della cartella o del file in esplora risorse : se è blu invece che nero significa che è compresso.

Se su un disco dedicato a contenere solo dati questa tecnica permette qualche volta di recuperare un poco di spazio (poco perchè la compressione nativa NTFS è poco efficiente, lo stesso file o cartella zippati per esempio occupano molto meno spazio !), sul disco di sistema (di solito C:) ha effetti nefasti, infatti comporta sempre un rallentamento di tutto il sistema anche su macchine veloci e recenti.

Per ovviare a questo rallentamento basta aprire un prompt dei comandi come Amministratore :

START -> ESEGUI -> CMD.EXE

posizionarsi nella root del disco di sistema, es. C:

C:

CD \

e digitare il comando :

COMPACT /U /S /I C:\*.*

I parametri del comando COMPACT significano :
/U = decomprime
/S = elabora anche le sotto-directoy
/I = ignora eventuali errori e continua elaborazione

L’operazione potrebbe durare diversi minuti a seconda del numero di files e della dimensione del disco, al termine comunque avremo un sistema molto più reattivo.

Personalmente comunque sconsiglio di usare questa caratteristica di compressione di NTFS perchè non è molto efficiente e non si recupera mai molto spazio, con la dimensione attuale dei dischi in commercio meglio pensare ad un upgrade del disco stesso !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code