«

»

Dic 01

Short Url (url abbreviati) come crearli e verificarli

Gli short Url sono degli indirizzi Url (Universal Resource Locator) abbreviati, in pratica si tratta di indirizzi di siti web che vengono accorciati per comodità  in altri indirizzi web molto più compatti che una volta cliccati rimandano all’indirizzo web originale; sono usati di solito per evitare che un indirizzo troppo lungo venga troncato in qualche email o sui social come twitter o simili, oppure vengono usati per funzioni di marketing.

 

Tanto per capirci quando si parla di short url stiamo parlando di indirizzi simil a questi :

https://goo.gl/oF7rGK

o a questo di youtube :     https://youtu.be/s1h0rt

che punta a quello reale a questo indirizzo : https://www.youtube.com/watch?v=f3NBdxh0j7o

 

Vi sarà sicuramente già capitato di incontrarli nelle vostre sessioni di navigazione su Internet e come potete vedere la compattezza è la loro principale caratteristica, a discapito della leggibilità perchè diventano abbastanza incomprensibili, ma a questo c’e’ rimedio come vedremo in seguito.

Crearli è veramente immediato in quanto esistono diversi servizi web gratuiti che ne permettono la creazione al volo anche senza bisogno di registrarsi, uno dei principali fornitori di short url è Google che con il suo servizio goo.gl ci permette di creare degli short url molto velocemente , in pratica basta partire da questo sito :

https://goo.gl

e quindi inserire nel primo campo l’indirizzo web che vogliamo accorciare, esempio :

http://www.esconsulting.it/it/interventi/esc-portal/

e quindi confermare il solito captcha e premere il bottone SHORTEN URL per generare l’indirizzo url abbreviato corrispondente al nostro indirizzo web lungo, come si vede dall’immagine seguente Google ci mostra anche una miniatura della pagina web originale :

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

non ci resta che copiare il nostro short url (basta cliccare sul quadrato di fianco all’indirizzo breve per copiarlo negli appunti della nostra macchina) e diffonderlo per avere un indirizzo breve che corrisponde al nostro indirizzo lungo, nel nostro esempio è :

https://goo.gl/oF7rGK

se lo aprite vedrete che verrà aperto il sito web di Esconsulting corrispondente all’indirizzo web completo che avevamo specificato.

 

Tutto molto semplice ed immediato, come accennavamo sopra questi short url vengono usati anche per finalità di marketing e quindi se lo generate quando siete collegati con il vostro account Google (gmail), poi potete avere delle statistiche di utilizzo di quello short url (quandi clic, da che provenienza, ecc…).

Altri servizi web “storici” che forniscono short url sono :

https://tinyurl.com/

https://bitly.com/

il loro funzionamento è molto simile a quello di Google appena visto sopra, ma ovviamente ne esistono molti altri, riportiamo questi solo per capire la tipologia del servizio web di cui stiamo parlando.

 

Questo è il lato “buono” degli short url, ma ne esiste purtroppo anche uno “cattivo”, essendo indirizzi criptici non è mai chiaro dove puntino gli short url, in teoria potrebbero puntare anche a siti web contenenti virus, mailware o comunque siti web poco raccomandabili; in questi casi è comunque possibile svelare l’indirizzo internet reale che si nasconde sotto uno short url usando altri servizi web che fanno proprio questo lavoro di smascheramento dell’indirizzo senza però aprirlo nel vostro browser, uno dei più semplici è urlxray che è accessibile a questo indirizzo :

http://urlxray.com/

basta inserire lo short url che vogliamo espandere, nel nostro esempio useremo quello che abbiamo generato prima su goo.gl, cioè

https://goo.gl/oF7rGK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

e premere il bottone X-RAY per avere la decodifica immediata dell’indirizzo web reale che è come da immagine qui sotto proprio quello del nostro sito web :

Come sempre esistono diversi servizi di decodifica degli short url, molti si limitano a mostrarvi l’indirizzo web esteso come urlxray che abbiamo appena visto, altri forniscono anche ulteriori informazioni di sicurezza o l’anteprima della pagina web che andrete ad aprire premendo lo short url, eccone alcuni :

http://www.getlinkinfo.com/

http://checkshorturl.com/

 

Quindi se avete il dubbio di aver ricevuto uno short url “cattivo” non apritelo e verificatelo prima con uno dei servizi web che vi abbiamo presentato.

Buona navigazione e attenzione sempre !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code