«

»

Gen 29

Programmi per gestire partizioni disco

partizione00Col termine partizionare un disco si intende dividere un disco fisico in più unità logiche per meglio suddividere od organizzare i dati in esso contenuti.

Ogni partizione potrebbe addirittura contenere sistemi operativi diversi, è il caso per esempio delle macchine multiboot su cui sono stati installati più sistemi operativi selezionabili in fase di boot.

Un altro motivo per partizionare un disco potrebbe essere quello di tenere separati in due porzioni di disco diverse il sistema operativo ed i relativi programmi ed i dati (per esempio su un server).

Vediamo quindi quali programmi ci possono essere utili quando dobbiamo procedere con il partizionamento di un disco.

 

La maggior parte dei programmi che proponiamo sono free (alcuni addirittura opensource) e possono agire su diversi tipi di dischi e di partizioni indipendentemente dai sistemi operativi installati sulle macchine sui cui andremo ad agire.

In questo senso consiglio sempre di scaricare l’immagine ISO del programma, di salvarlo su un cdrom e poi di avviare la macchina direttamente dal cdrom per procedere con le operazioni di modifica delle partizioni del disco, in questo modo saremo sicuri di agire in un ambiente “dedicato” indipendente dal sistema operativo installato sul disco da partizionare,

Tutti questi programmi possono essere usati oltre che per creare partizioni anche per fonderle, per espanderle o ridurle e per clonare dischi e/o partizioni (operazione che potrebbe tornare utile per esempio nel caso di cambio disco da magnetico a ssd).

Ecco i link per scaricarli ed una breve descrizione dei vari programmi :

 

MINITOOL PARTITION WIZARD FREE

http://www.minitool.com/partition-manager/partition-wizard-bootable.html

free, supporta solo sistemi Windows, semplice, immediato e veloce, conversione FAT/NTFS e MBR/GPT, gestisce dischi dinamici; opzione per clonare dischi o partizioni; per partizionare versioni Windows server bisogna comprare la versione commerciale.

 

PARTED MAGIC

http://partedmagic.com/

http://www.techportal.it/dl/pmagic_2013_08_01.zip

ottimo !, era un progetto opensource ma ora è diventato a pagamento con le ultime versioni, il secondo link riporta a un sito dove è ancora possibile scaricare l’ultima versione free del programma, supporta praticamente ogni tipo di file system e partizione è quindi adatto anche per lavorare su dischi Linux o Mac oltre che Windows, in pratica è un live cd basato su Linux.

 

GPARTED

http://gparted.org

http://downloads.sourceforge.net/gparted/gparted-live-0.24.0-2-i586.iso

altro ottimo programma free ed opensource sempre basato su un live cd Linux, supporta qualsiasi file system e partizioni usati su sistemi operativi Windows, Linux e Mac, è quindi perfetto come strumento universale indipendentemente da cosa usiate sulla vostra macchina.

 

EASEUS PARTITION MASTER FREE

http://download.easeus.com/free/epm.exe

free solo per versioni Windows clients (home, professional, ecc…) , non per i servers (per le versioni server bisogna comprare una licenza), conversione FAT/NTFS e MBR/GPT, clonazione disco, supporta anche partizioni Linux Ext2/Ext3 anche se sembra molto più “dedicato” all’ambiente Windows, il link fa scaricare l’exe che una volta installato su una macchina Windows permette comunque di creare un cdrom avviabile col programma.

 

AOMEI PARTITION ASSISTANT STANDARD / PARTITION ASSISTANT LITE

http://www.disk-partition.com/

http://www.aomeisoftware.com/download/pa/PAssist_Std.exe

http://www.aomeisoftware.com/download/pa/PAssist_Lite.exe

free sia per versioni Windows home / professional che per le versioni server (con alcune limitazioni non presenti nelle versioni a pagamento del programma), la versione free non permette di creare un cdrom avviabile e supporta solo file systems e partizioni Windows.

 

NOTA : usate questi programmi solo se vi è chiaro cosa state facendo ed ovviamente prima di procedere con una qualsiasi operazione su una partizione del disco è indispensabile fare un backup di tutta la macchina onde evitare disastri nel caso qualcosa andasse storto, fatevi un’immagine del disco usando strumenti come True Image, Ghost, Clonezilla, Backupper o simili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code