«

»

Giu 01

Distribuzioni Linux

Quando si parla di Linux si sente spesso il termine distribuzione che in parole povere sta a significare una diversa versione del sistema operativo Linux che nonostante usi lo stesso kernel (cioè la stessa base, lo stesso nocciolo), viene poi personalizzato da diverse società o da comunità di programmatori.

Questo porta alla nascita di varie versioni appunto di Linux che si differenziano per le funzionalità , l’interfaccia , i repository usati e pure per il supporto commerciale piuttosto che community (cioè free) della distribuzione; vediamo quindi alcune delle principali distribuzioni Linux che possiamo incontrare.

 

L’elenco ovviamente non può essere che parziale in quanto le distribuzioni Linux attive al momento sono decine (d’altronde il codice sorgente è disponibile per chiunque voglia crearsi la propria !) e quindi ci limiteremo a quelle più popolari / famose.

 

UBUNTU

è una delle versioni free più diffuse, è un progetto sponsorizzato da Canonical e deriva da Debian, ne esistono diverse versioni e ne avevamo già parlato in questo nostro post :
Ubuntu

 

DEBIAN

distribuzione storica da cui ne vengono derivate molte altre, fa dell’opensource e del codice completamente free il suo credo, per maggiori info :
https://www.debian.org/index.it.html

 

LINUX MINT

deriva da Ubuntu / Debian ed è una distribuzione orientata alla semplicità e all’eleganza dell’interfaccia, il sito di riferimento è :
https://www.linuxmint.com/

 

FEDORA

è la distribuzione free sponsorizzata da Red Hat, quindi riceve dalla sua corrispondente commerciale un taglio professionale ed affidabile, la potete scaricare qui :
https://getfedora.org/it/

 

REDHAT

versione professionale (e strorica) dedicata alle aziende di ogni dimensione, offre supporto tecnico a pagamento, totalmente orientata al business, ecco il link del sito aziendale :
https://www.redhat.com/it

 

OPENSUSE

distribuzione free derivata da quella commerciale Suse, si tratta di un’ottimo prodotto orientato all’ambito professionale visto che deriva da una versione molto usata nelle aziende, per info :
https://www.opensuse.org/

 

SUSE

usata spesso nelle aziende medio / grandi, è una versione commerciale prodotta dall’omonima azienda, è supportata da molti vendor informatici, il sito di riferimento da cui partire è :
https://www.suse.com/

 

ELEMENTARY OS

distribuzione friendly orientata alla massima semplicità di utilizzo per l’utente finale, l’interfaccia emula quella di Apple Mac OS, si scarica gratuitamente il file di installazione da questo indirizzo :
https://elementary.io/

 

CENTOS

ottima distribuzione derivata da Redhat ma completamente gratuita, è usata spesso per implementare server e altri servizi critici in azienda grazie alla robustezza, il loro sito web :
https://www.centos.org/

 

PCLINUXOS

cerca di emulare l’ambiente Windows per rendere il meno traumatico possibile il passaggio tra i due diversi sistemi operativi, friendly e orientata alla semplicità, per info e download  :
https://www.pclinuxos.com/

 

E ci fermiamo qui, ma ovviamente l’elenco delle distribuzioni Linux esistenti è molto vasto, per farvi un’idea basta consultare questa pagina web che mantiene una statistica delle distribuzioni più ricercate dagli utenti del web :

https://distrowatch.com/dwres.php?resource=popularity

Quindi esiste una distribuzione Linux per qualsiasi utilizzo od utente, e quindi una anche per voi, anche se non lo sapete ancora !

: – )

 

E se rispondete : no grazie, Linux non mi interessa….

beh, controllate lo smartphone Android che avete in tasca, è un derivato di Linux anche quello !

; – )

 

Per capire cosa può fare Linux anche in un ambiente complesso (e sempre in deficit di budget) come quello scolastico vi consiglio la lettura di questi post :

Linux va a scuola

https://librescuola.org/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

code